Lui è un magistrato di lungo e difficile corso, oggi fa il procuratore di Catanzaro, ha scritto numerosi libri sul fenomeno criminale della ‘ndrangheta, si reca spesso e volentieri nelle scuole per educare col proprio esempio alla legalità, va in televisione ed è il volto più popolare tra gl’italiani che stanno dalla parte giusta.

È socio onorario del Sindacato unitario dei giornalisti della Calabria della Federazione nazionale della stampa italiana. E ieri mattina era a Reggio Calabria per il Primo maggio nazionale dei giornalisti ARTICOLO COMPLETO


 

Di admin