Lavoro Commissario va accompagnato e sostenuto

Caputo: Corigliano necessita di più attenzione. Oggi la cornice. La politica disegnerà lo sviluppo
 Rossano - Dalla sicurezza alla manutenzione generale con particolare riferimento alla viabilità, dal controllo del territorio attraverso la Polizia Municipale al decoro urbano e soprattutto delle periferie, dell’efficienza interna ed esterna dell’apparato burocratico e della macchina amministrativa alla gestione del considerevole patrimonio pubblico dei due territori.

 

 

 

Dal governo delle diverse criticità esistenti con attenzione maggiore in vista dell’imminente stagione estiva (su tutte, depurazione e crisi idrica) fino alla reale situazione finanziaria e quindi alla progettazione di tutte le opportunità di crescita futura e condivisa, l’impegno ed il lavoro complesso messo in atto dall’organo commissariale va accompagnato e sostenuto dalla collaborazione di tutti.  È quanto dichiara Giuseppe CAPUTO, già sindaco di Rossano e consigliere regionale precisando di comprendere benissimo le difficoltà che il Commissario Prefettizio, il Prefetto Domenico BAGNATO ed i sub commissari stanno riscontrando, giorno dopo giorno, nel guidare un percorso di unificazione amministrativa, certamente complesso e che necessita di attenzione costante a tutti i livelli.  Abbiamo molto chiaro – continua CAPUTO – che vi sono e che si stanno riscontrando delle differenze oggettive tra e nei due territori sulle quali intervenire con equilibrio e capacità di soluzione; nella consapevolezza duplice che la sfida intrapresa con la Città unica non è né facile né immediata e che, in ogni caso, nessuno dei territori può permettersi oggi di ritrovarsi per qualsiasi ragione in situazioni di disagio o peggio di abbandono, perché ciò arrecherebbe danno all’immagine complessiva di CORIGLIANO-ROSSANO.  Così come sappiamo – aggiunge – che il territorio di CORIGLIANO necessita di un’attenzione se possibile ancora maggiore per recuperare, in taluni ambiti di intervento pubblico, evidenti gap consolidatesi e che oggi vanno azzerati con priorità sia, anzi tutto, per garantire ai concittadini coriglianesi standard elevati di servizi ed in generale maggiore qualità della vita; sia per mettere il comune unico in condizione di viaggiare alla stessa velocità, senza reiterare disparità o differenze di partenza.  Da questo punto di vista – conclude CAPUTO, ribadendo massima collaborazione rispetto a tutte le iniziative di confronto che si riterrà di proseguire e intensificare – il ruolo dell’organo commissariale non soltanto è delicato ma diventa strategico perché chiamato, in questa fase, a costruire con sobrietà ed anche con buon senso quella cornice fondamentale ed indispensabile della nuova Città unica entro la quale sarà demandato fra qualche mese alla Politica di disegnare lo sviluppo dei prossimi decenni.
 

 

awesome comments!

Stampa Email