Maggio 21, 2024


S’infonde in città un’atmosfera di grande ottimismo a distanza di poche ore dall’ufficializzazione della giunta comunale che accompagnerà il Sindaco Flavio Stasi nell’azione di governo di Corigliano Rossano per i prossimi cinque anni. Un esecutivo che ispira fiducia perché molto giovanile, in larga parte femminile nonché composto da donne e uomini che non hanno mai ricoperto incarichi in precedenti esperienze amministrative.

Un’azione di governo, questa a guida Stasi, nella quale è chiamata ad apportare il proprio contributo anche l’opposizione consiliare, con gli eletti nelle fila di Giuseppe Graziano e Gino Promenzio. E difatti la giunta, all’indomani del primo storico consiglio comunale della città unica, si è messa subito al lavoro, perché gli impegni abbondano e le aspettative della comunità sono tante.
Cresce l’attesa, frattanto, per la designazione dei capigruppo di maggioranza, non individuati nella seduta del civico consesso, a differenza di quelli di minoranza. Fiducia per l’impegnativo compito di governo, come si diceva, sia nella popolazione che nella stessa maggioranza, dove si respira un clima di concordia e collaborazione. Unica nota di disappunto, in base a talune indiscrezioni, proverrebbe dall’ala riconducibile al consigliere regionale del Pd Domenico Bevacqua, che avrebbe visto di buon occhio la presenza della consigliera Titti Scorza all’interno della giunta comunale. Il Sindaco Stasi, tuttavia, sembra aver proceduto in piena autonomia e senza badare a suddivisioni territoriali, logiche spartitorie o calcoli politici. Buon lavoro.
Fabio Pistoia