Stima di 740 mila euro su esercizio 2019. Per manutenzione, demolizioni e riqualificazioni. 
 CORIGLIANO ROSSANO – I proventi derivanti dai permessi di costruire, dalle segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) e dalle sanzioni in materia urbanistica saranno investiti sul patrimonio pubblico. È quanto contenuto nell’apposita delibera del Commissario Prefettizio, il Prefetto Domenico BAGNATO adottata con i poteri della Giunta. 

 

 

 

Con riferimento all’esercizio finanziario 2019, la cifra ammonta presuntivamente a 740 mila euro. Il 40% di tale cifra sarà impiegata per la realizzazione e la manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria; il 20% per interventi di demolizione di costruzioni abusive; il 30% verrà utilizzato per interventi di tutela e riqualificazione dell’ambiente e del paesaggio, anche ai fini della prevenzione e della mitigazione del rischio idrogeologico e sismico e della tutela e riqualificazione del patrimonio rurale pubblico, nonché a interventi volti a favorire l’insediamento di attività di agricoltura nell’ambito urbano; il restante 10% sarà investito per le spese di progettazione per le opere pubbliche.
 

Di admin