Maggio 23, 2024

Dopo l’esondazione del Crati è sempre più difficile ritornare alla normalità. Dopo l’appello lanciato dai residenti che ancora attendono di poter tornare nelle loro case a lanciare l’allarme sono gli agricoltori: ora sono a rischio anche le prelibate clementine della sibaritide