Questa notte sistemazione in strutture alberghiere. Intervento ditta per ripristinare argini. 
CORIGLIANO ROSSANO – CRATI, raggiunte e messe in salvo anche le ultime persone salite sui piani più alti degli edifici interessati dall’esondazione. Sono 70 le persone sfollate dalla località THURIO, nel territorio di CORIGLIANO ed al momento ospitate nel centro di prima accoglienza delle SCUOLE MEDIE di CANTINELLA. Qui, la Protezione Civile regionale ha organizzato le cucine da campo per il pranzo. Le famiglie saranno sistemate per la prossima notte nelle strutture alberghiere del territorio. 

 
È quanto fa sapere il Commissario Prefettizio, il Prefetto Domenico BAGNATO, che questa mattina (mercoledì 28) ha partecipato con tutte le forze dell’ordine e la protezione civile regionale alla riunione operativa in Prefettura convocata ad hoc e coordinata dal Prefetto di Cosenza Paola GALEONE. Ridurre al minimo i disagi per le vittime dell’esondazione. È, questo – sottolinea – l’obiettivo di tutte le forze messe in campo.
 
Il responsabile di staff superiore della Protezione Civile di CORIGLIANO ROSSANO Luigi FORCINITI con il Comandante della Polizia Municipale Arturo LEVATO, sta coordinando e monitorando gli interventi di soccorso e accoglienza agli sfollati e le operazioni di regimentazione da parte della ditta incaricata della falla di oltre 30 metri che ha determinato l’esondazione del CRATI.
  
È stato richiesto l’intervento dei VIGILI DEL FUOCO che hanno raggiunto le abitazioni con i gommoni e perlustrato l’area dall’alto con gli elicotteri. 

Di admin