Giugno 17, 2024

“La storia delle città di Corigliano Calabro e Rossano (oggi riunite in un’unica realtà municipale) è la storia di due comunità che hanno, da sempre, contemperato le esigenze dei residenti con quelle dei rispettivi ospiti, grazie all’impegno profuso da operatori turistici, ristoratori, imprenditori. Lo sviluppo, il progresso, il benessere della popolazione e del territorio sono strettamente collegati a questo punto di equilibrio e a un rispetto reciproco. 

 

 

Chi sceglie di acquistare o affittare qui una casa, o piuttosto di soggiornare presso una struttura alberghiera, compie anche un gesto d’amore nella decisione di trascorrervi una parte importante della propria vita e questo determina un legame affettivo che dà continuità alla storia turistica della nostra nuova grande città”.

È quanto afferma Andrea Caroli, imprenditore coriglianese con una navigata esperienza nel campo e promotore di numerose iniziative socioculturali di successo, a mo’ di premessa di un suo ennesimo intervento sulle prospettive del turismo nell’ottica della città unica. In virtù della giovane età ma anche della suddetta competenza acquisita nel tempo, Caroli ritorna così sull’argomento a distanza di qualche settimana, continuando a fornire propositivi spunti di riflessione in una stagione estiva che ha da poco avuto ufficialmente inizio.
“Sulla scia di quanto finora dichiarato, e tentando di farmi portavoce di quelle che sono le istanze in larga parte provenienti da quanti operano con impegno nel settore, ritengo non più procrastinabile da parte dell’Ente Comune – dichiara Caroli – un intervento efficace e tangibile a favore di questa importante voce dell’economia locale: il turismo. Consapevole che la prossima Amministrazione comunale sia chiamata ad affrontare, con tempi certi e modalità non improvvisate, misure finalizzate ad alleggerire la pressione fiscale, oggi esorbitante, dei lavoratori del suddetto comparto, al fine di favorire l’occupazione, aumentare gli investimenti, stimolare nuove prospettive. Corigliano Rossano è una realtà significativa, ma destinata ad essere uno dei baricentri del turismo del Sud Italia (e non solo) con le giuste e dovute attenzioni da parte delle competenti istituzioni. Sgravi fiscali, come già felicemente attuato in tanti altri contesti comunali, possono essere la soluzione pertinente per incentivare gli operatori turistici a fare sempre meglio e ancora di più, nonché ad attrarre nuovi attori quali protagonisti di una politica del e per il territorio. Le sfide che ci attendono sono molteplici e avvincenti e da parte nostra, con il necessario supporto dell’Ente locale, c’è la massima disponibilità per soddisfare in modo ottimale le esigenze di cittadini e turisti a ciascun livello”.

Corigliano Rossano, 17 luglio 2018
Fabio Pistoia