Maggio 22, 2024


Personaggio di alto spessore culturale. Accolta richiesta ex sindaci Rossano 

CORIGLIANO ROSSANO – Preside Giovanni SAPIA, illustre personaggio rossanese, di alto spessore umano, etico, culturale e scientifico. A lui sarà intitolata la Sala Rossa del Palazzo San Bernardino di CORIGLIANO-ROSSANO, nel Centro Storico della Città del Codex, già sede del Consiglio Comunale cittadino, domani, GIOVEDÌ 28, alle ORE 19. È quanto stabilito nella delibera formalizzata nei giorni scorsi dal Commissario Prefettizio, il Prefetto Domenico BAGNATO,

 accogliendo la richiesta pervenuta da parte degli ex sindaci del Comune di ROSSANO. Il professor Giovanni SAPIA – si legge nella motivazione – filologo, scrittore e giornalista, nasce nel 1922 a ROSSANO, dove vive e dove ha svolto la sua attività nella scuola come docente e preside del Liceo Classico. È stato direttore dell’Università Popolare di ROSSANO IDA MONTALTI SAPIA da lui stesso fondata nel 1978. È stato autore di numerosi articoli e saggi pubblicati in periodici e riviste italiane. Tra le sue pubblicazioni l’importante volume LA CARTA ROSSANESE E IL BARBER. LAT. 3205 del 1978 (Premio Villa San Giovanni per la filologia classica), LA DONNA NELLA DIVINA COMMEDIA del 1979, CERCHIO D’AMORE. LA POESIA DI GIUSEPPE SELVAGGI del 1984, TRA CALABRIA E UMBRIA. CLASSICISTI DEL SECONDO OTTOCENTO del 1988, UN POETA IONICO: GERARDO LEONARDIS del 1990, CIARDULLO MICHELE DE MARCO del 2000, ROSSANO TRA STORIA E MEMORIA del 2001, IL ROMANZO DEL CASALE del 2009. Ha ricevuto la Medaglia d’Oro Calabria nel 1985 e la Medaglia d’Oro del Presidente della Repubblica per la Scuola, la Cultura e l’Arte nel 1990. Muore a CORIGLIANO-ROSSANO il 1° giugno 2018.